SABATO 25 SETTEMBRE – ORE 19:00
SCUOLA MADONNA DELLA NEVE – ADRO

Amministrare vuol dire curare: prendersi cura dei propri cittadini

Incontro con
Marco Ghitti sindaco di Iseo
Paolo Rosa sindaco di Adro
Gabriele Zanni sindaco di Palazzolo

La pandemia, accaduta tanto duramente quanto inaspettatamente nella vita di ciascuno di noi, ha anche provocato la fioritura di tanti esempi positivi. Fin dal primo “lockdown totale” del marzo 2020 i mass media ed i social hanno incessantemente messo in risalto le testimonianze di medici ed infermieri, addetti ai servizi di prima necessità, forze dell’ordine, volontari, da subito chiamati ad un di più di impegno e di responsabilità.
Probabilmente meno note sono, invece, le storie di tanti amministratori locali che, in condizioni quasi proibitive, con realismo e determinazione, hanno saputo reagire, anche con modalità nuove ma sorprendentemente efficaci, alle tante criticità, piccole e grandi, che hanno colpito la comunità locale offrendo supporto, sostegno, aiuti ai propri cittadini.
Così in alcuni casi è accaduto che l’esperienza della pandemia abbia rappresentato l’occasione propizia per restituire alla politica quel carattere nobile e bypartisan di servizio alla persona, che, specie negli ultimi anni, era andato inesorabilmente perduto. I gesti concreti, non sempre corrispondenti ad atti e provvedimenti amministrativi e spesso forieri di potenziali responsabilità formali e sostanziali, hanno concretamente misurato la vicinanza e la prossimità degli amministratori ai cittadini, così come prevede espressamente la Costituzione quando, citando la funzione amministrativa, proprio ai Comuni affida principalmente l’esercizio.

Ecco perché abbiamo voluto invitare Marco Ghitti, Paolo Rosa e Gabriele Zanni, rispettivamente sindaci di di Iseo, Adro e Palazzolo per farci raccontare, direttamente dai primi cittadini di alcune tra le realtà della provincia bresciana più pesantemente toccate dalla prima e dalla seconda ondata del Covid-19, come davvero la politica abbia saputo prendersi cura dell’altro.

Ad aiutarci a cogliere maggiormente la profondità e la straordinarietà dell’esperienza istituzionale vissuta da alcuni amministratori locali ci aiuterà Massimo Lanzini del Giornale di Brescia.

Prenota il tuo posto